Barilla Blu Team: Zanardi e Podestà subito sul podio in Coppa del Mondo

Il Barilla Blu Team verso i Giochi di Londra 2012.
Un nuovo progetto unisce il Gruppo Barilla ad Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà per vivere insieme il sogno a cinque cerchi.

Oggi a Sydney Zanardi e Podestà hanno messo a segno il primo grande risultato internazionale: argento e bronzo nella gara in linea della prima prova di Coppa del Mondo. Domani è la volta di Fabrizio Macchi

Parma, 4 maggio 2011 – Dall’incontro tra Barilla e tre grandissimi atleti e campioni di vita parte l’avventura del Barilla Blu Team, in un percorso per vivere insieme il sogno delle Olimpiadi di Londra 2012.

Questa notte, in occasione della prima tappa di Coppa del Mondo in corso da oggi a venerdì a Sydney (Australia), Alex Zanardi e Vittorio Podestà hanno centrato il primo importante risultato internazionale in vista delle qualificazioni per i Giochi Paralimpici di Londra. Nelle gare di handbike Alessandro, che corre nella categoria H4, ha ottenuto l’argento nella prova in linea di 62 km. L’ex pilota di Formula 1 ha battuto nella volata per la piazza d’onore l’olandese Johan Reekers. Davanti a lui solo il fortissimo americano Oscar Sanchez, campione del mondo in carica della specialità. È di bronzo invece la medaglia di Vittorio Podestà conquistata nella categoria H2 sulla distanza di 45,4 km. Una bella gara di squadra, con Podestà e l’altro azzurro Paolo Cecchetto che hanno collaborato fino in fondo per cercare di centrare una bellissima doppietta. Purtroppo, però, non avevano fatto i conti con lo svizzero Lukas Weber che li ha superati solo negli ultimi metri con Cecchetto argento e Podestà bronzo.
Domani sarà invece la volta di Fabrizio Macchi, che esordirà in Coppa del Mondo con la prova su strada di 52,2 km nella gara di ciclismo categoria C2. Sempre domani Zanardi prenderà parte alla staffetta assieme all’azzurra Francesca Fenocchio e uno a scelta tra Cecchetto e Podestà. L’Italia si presenta come una delle candidate ad un posto sul podio.

I Giochi Olimpici rappresentano il traguardo più importante della carriera di ogni atleta; sono il sogno per cui valga la pena lottare con ogni forza. Con la stessa passione Barilla coglie una nuova sfida sportiva e scende in campo al fianco di questi tre grandi protagonisti delle discipline paralimpiche. Nasce così il Barilla Blu Team, una squadra che il gruppo alimentare italiano ha deciso di costruire attorno a tre atleti capaci di rappresentare quei valori sportivi e umani da sempre condivisi e promossi dall’azienda di Parma.

“La mission di Barilla è aiutare le persone a vivere meglio portando ogni giorno nella loro vita il benessere, insieme alla gioia del mangiar bene e siamo certi che anche inseguire e realizzare un sogno può aiutare a vivere meglio – ha detto Paolo Barilla, vice presidente del Gruppo – Al di là del loro valore sportivo, Alessandro, Fabrizio e Vittorio, con la loro eccezionale personalità, con la loro carica positiva, rappresentano per noi dei veri esempi di vita. Animati da un’immensa passione, campioni di entusiasmo e amore per la vita, personificazione di tenacia, curiosità e coraggio, questi atleti rappresentano per noi un modello da promuovere, soprattutto come riferimento per i più giovani. Alex, Fabrizio e Vittorio non si sono fermati davanti alle difficoltà, ma hanno già dimostrato, a se stessi e agli altri, che con la forza di volontà si possono raggiungere traguardi inimmaginabili, e innanzitutto, prima ancora della vittoria e del successo, uno stato di equilibrio e benessere psico-fisico. Pensiamo che questi esempi siano da valorizzare e proporre come modelli di comportamento e di vita”.

Oggi Alessandro, Fabrizio e Vittorio nutrono il sogno più grande di uno sportivo: partecipare alle Olimpiadi e conquistare una medaglia. Barilla è al loro fianco, perché crede nei sogni e nella possibilità di realizzarli con costanza e impegno.

Queste le parole di Alessandro Zanardi: “Una gara vinta, come il conseguimento di qualsiasi obiettivo nella vita è solo un nuovo punto di partenza. Chi pensa che possano esistere in questo mondo cose come danaro, celebrità e trofei che arrivino ad appagarti in modo definitivo, vive a mio avviso inseguendo un’illusione. Credo che la felicità sia avere la capacità di godersi il percorso. Non ho fretta di arrivare a Londra, credo di poterci riuscire ed è oggi, nel tentativo di realizzare questo mio obiettivo che vivo le emozioni più belle, tra le campagne dietro casa in allenamento o le strade delle colline Toscane che ogni tanto ho la fortuna di percorrere con la mia handbike. Se la gente mi fa un complimento per quel che ho fatto finora, alzo il cappello per ringraziare, ma in verità continuo la mia strada conscio del fatto che sono un uomo fortunato e non tanto per quel che ho dietro le spalle, ma perché alla mia età ho ancora entusiasmo, passione e curiosità per scoprire cosa può esserci davanti a me. Da tempo Barilla mi accompagna nel mio viaggio e sono sinceramente onorato di essere stato scelto dalle fantastiche persone che rappresentano questa azienda come un loro ‘ambasciatore’. Spero di arrivare in loro compagnia e a quella di due amici veri come Fabrizio e Vittorio alla realizzazione di questo sogno Paralimipico, poi chissà….è sbagliato chiedere troppo, ma è peggio accontentarsi se le tue carte dicono che puoi fare dell’altro!”

“È da quando sono bambino che rincorro i sogni – è il pensiero di Fabrizio Macchi – mi sento un privilegiato perché ne ho realizzati moltissimi a partire dalla meravigliosa famiglia che ho: Thomas e Mattia, i miei figli, sono il mio motore e la mia gamba più forte. Poi, come per incanto, è arrivato il progetto di Barilla. E lì, come spesso è accaduto nella mia vita, mi sono detto che per avere il meglio occorre puntare al meglio: così, assieme a due amici e compagni di Nazionale, il sogno continua a galoppare ancora più velocemente, grazie ad una azienda che ha saputo recepire il concetto di Team, dando a noi una seria possibilità di avverare il nostro sogno, perché nulla è impossibile, basta volerlo…”

Infine, Vittorio Podestà: “Sapere che anche una grande azienda come Barilla crede in quello che faccio e nei valori che sostengono la mia attività, mi dà un’ulteriore motivazione. E’ una spinta in più per cercare di ritornare alle Paralimpiadi, per provare a conquistare quella medaglia d’oro sfuggitami per un soffio a Pechino nel 2008. Farlo con altri due compagni di squadra, che sono soprattutto amici e anche loro in grado di vincere, sarebbe veramente la realizzazione di un sogno fantastico”.

Il Gruppo Barilla
Nata a Parma nel 1877 da una bottega che produceva pane e pasta, Barilla è oggi tra i primi Gruppi alimentari italiani, leader mondiale nel mercato della pasta, dei sughi pronti in Europa continentale, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi scandinavi.
Attualmente il Gruppo Barilla possiede 47 unità produttive e molitorie (14 in Italia e 33 all’estero) ed esporta in più di 150 Paesi. Dagli stabilimenti escono ogni anno più di 2.500.000 tonnellate di prodotti alimentari, che vengono consumati sulle tavole di tutto il mondo, con i marchi: Barilla, Mulino Bianco, Voiello, Pavesi, Alixir, Academia Barilla, Wasa, Harry’s (Francia e Russia), Lieken Urkorn e Golden Toast (Germania), Misko (Grecia), Filiz (Turchia), Yemina e Vesta (Messico). Ai marchi di prodotto si affiancano i marchi Number 1, società del Gruppo specializzata in servizi logistici, e First per i servizi di vendita al dettaglio.
La coerenza con principi e valori antichi ma sempre attuali, la gestione delle risorse umane come patrimonio fondamentale e i sistemi di produzione all’avanguardia fanno di Barilla una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del “saper fare” italiano.
Per maggiori informazioni: www.barillagroup.it

About the Author

admin has written 61517 stories on this site.

Copyright © 2019 Social Sport. All rights reserved.
Theme by Fitobochka and ComFi.com Phone Cards Company.
Plugin from the creators of Brindes Personalizados :: More at Pazzani Technologies